vaccini cane.jpg vaccini cane.jpg
  • Momento della lettura: 5 mins

    Peritonite nel cane: fattori di rischio dopo un intervento chirurgico gastrointestinale

    Gli interventi chirurgici in cui è necessario un approccio alla cavità addominale presentano rischi potenziali che possono mettere a rischio lo stato di salute dell'animale, compresa la peritonite.

    Tuttavia, la conoscenza dei fattori che li innescano e delle alterazioni che si verificano può aiutare ad evitare questi processi.

    Research Report GRATIS: trattamento della diarrea e del vomito nel cane. Disturbi gastrointestinali più frequenti e trattamento dietetico.

    Classificazione della peritonite nel cane

    La peritonite è un'alterazione per cui la membrana sierosa che ricopre internamente la cavità addominale viene interessata da un processo infiammatorio, sia generalizzato che a livello locale.

    L'eziologia di tale lesione è variabile e comprende diverse prognosi. Inizialmente, le peritoniti venivano classificate in due grandi gruppi: peritonite settica e asettica, a seconda della presenza o meno di agenti patogeni batterici e virali, come ad esempio Escherichia Coli, Clostridium spp. o adenovirus canino, per citarne alcuni.

    Nell’ambito delle peritoniti asettiche si potrebbe effettuare un'ulteriore suddivisione in base alla presenza di alterazioni chimiche e neoplastiche.

    • La peritonite chimica si verifica nel paziente a causa di una perdita di sangue, urina, bile o enzimi pancreatici, corrispondente agli organi che risiedono nella cavità addominale.
    • Le peritoniti neoplastiche sono associate al rilascio di contenuti di origine neoplastica all'interno della cavità addominale che alterano la sierosa e causano l'infiammazione.

    Attualmente si ricorre però anche a una classificazione in base al processo da cui si è sviluppata l’alterazione, che può essere: primaria, quando il processo avviene direttamente nel peritoneo, secondaria, quando l'infiammazione è causata dall'alterazione delle altre viscere che compongono l'addome, e terziaria, in caso di traumi, versamenti neoplastici e rottura di tumori.

    Complicazioni dell’intervento chirurgico gastrointestinale

    Gli interventi di chirurgia gastrointestinale sono una pratica comune nell’ambito della clinica veterinaria di routine. A causa dell'elevata incidenza di casi in cui i pazienti devono essere sottoposti a queste pratiche, possono presentarsi numerose complicazioni in grado di mettere a rischio lo stato di salute dell'animale.

    Le reazioni avverse più importanti sono la deiscenza della sutura delle viscere oggetto dell’intervento e la relativa eviscerazione, sia per problemi di sutura (tipo di materiale, stato o rifiuto) che per una scarsa tecnica chirurgica. L'eviscerazione degli organi può portare ad ernie e al rilascio di contenuto ectopico nella cavità addominale.

    In sintesi, le complicazioni che derivano dagli interventi chirurgici in cui si deve approcciare la cavità addominale portano alla peritonite, per cui è interessante valutare e studiare i fattori di rischio per evitarli in futuro.

    Webinar "Trattamento delle enteropatie croniche del cane senza  antibiotici: si può (e si deve)."- Dott. Tommaso Furlanello

    Fattori di rischio per la peritonite dopo un intervento chirurgico gastrointestinale

    Per evitare casi di peritonite a seguito di un intervento chirurgico nella cavità addominale, sono in corso varie indagini sui fattori di rischio che scatenano questa situazione.

    Uno studio pubblicato sul Journal of American Veterinary Medicine Association (JAVMA) ha collegato la mancata sopravvivenza dei pazienti sottoposti a intervento chirurgico gastrointestinale allo sviluppo di peritonite settica durante il periodo post-operatorio e ha indagato sulle cause che hanno dato inizio a questo processo.

    Lo studio ha preso in esame 197 cani dell'Università della Georgia, di cui il 12% ha avuto una peritonite settica prima dell'intervento chirurgico e il 6% ha sviluppato una peritonite settica post-operatoria, stabilendo che uno dei più comuni fattori di rischio per la peritonite settica era l'insorgenza di peritonite preliminarmente all'intervento.

    D'altra parte, a livello biochimico, l'ipoalbuminemia e l'ipoproteinemia aggravano le possibilità di soffrire di peritonite, così come l'ipotensione durante l'intervento chirurgico.  

    Conclusioni

    La peritonite post-operatoria è una reazione avversa che si verifica con relativa frequenza negli animali sottoposti a intervento chirurgico del tratto gastrointestinale. L'esistenza o l'assenza di peritonite prima dell'intervento chirurgico, la concentrazione serica di proteine e di albumina e la pressione arteriosa sono alcuni dei fattori che la scatenano, riducendo la sopravvivenza dell'animale.

    Nuevo llamado a la acción

    Josep Campmany
    Numero di iscrizione all’ordine: COVB 1125

    Laurea in Veterinaria conseguita presso l’Università di Saragozza e Advanced Management Program. Marketing Management (ESADE, Barcellona)Laurea in Veterinaria conseguita presso l’Università di Saragozza e Advanced Management Program. Marketing Management (ESADE, Barcellona)

    carcinoma_infiammatorio_cane.jpg
    Carcinoma infiammatorio della mammella del cane: fattori di prognosi
    Il carcinoma infiammatorio del cane, pur essendo una variante del tumore al seno, deve essere considerato un'entità a parte, separata dai restanti tumori maligni al seno1. Il carcinoma infiammatorio del cane presenta un elevato tasso di metastasi precoci, sia regionali che a distanza. Pertanto, il carcinoma infiammatorio è considerato una malattia sistemica fin dalla diagnosi, anche se non vengono identificate metastasi nella fase iniziale.
    pancreatite_cane.jpg
    Pancreatite nel cane come causa di disturbi gastrointestinali

    Il vomito e la diarrea nei cani sono uno dei principali motivi di visita. I disturbi gastrointestinali sono dovuti a molteplici patologie, a seconda che si tratti di un processo acuto o cronico. In questo post ci concentreremo sulla pancreatite nel cane come causa di disturbi gastrointestinali.

    insufficienza_cardiaca_cane.jpg
    Insufficienza cardiaca nel cane: aspettativa di vita dopo il ricovero

    L'insufficienza cardiaca è una sindrome causata da un disturbo del cuore che impedisce la corretta irrigazione dei tessuti (ridotta gittata cardiaca).